GAS le GIARE

Giovedì 23 gennaio 2014 è venuto a trovarci il fondatore di uno dei produttori più apprezzati dal nostro GAS: Claudio Tamagnini, de I Gelsi e la Talpa. Ci ha raccontato la storia dell’azienda, di come arrivò in Sicilia nel 1979 abbandonando la vita in una grande città del nord e il lavoro alla catena di montaggio dell’Autobianchi. Ad Alcamo (TP) creò la cooperativa T.A.L.P.A. (Terreni Allevamento Lavoro Politica Alternativa) con l’obiettivo di produrre agrumi, ortaggi, olio, vino da vendere al nord, a partire proprio dai cortili della fabbrica in cui lavorava. Fu quindi tra i primi, circa 30 anni fa, a sperimentare un nuovo modello di economia che ha poi coinvolto successivamente i gruppi di acquisto solidale.

Claudio ci ha parlato anche dei figli, che hanno portato avanti la sua attività e hanno creato l’attuale società agricola I Gelsi e la Talpa. Sara e Tommaso (che conosciamo bene), dopo essersi laureati e aver fatto esperienze di lavoro e volontariato all’estero, hanno deciso di tornare a casa, nei luoghi d’infanzia che hanno dato tanto alla loro famiglia e di occuparsi direttamente dell’azienda. Oltre a continuare la commercializzazione dei prodotti tipici siciliani direttamente a privati e GAS, Sara e Tommaso stanno ristrutturando un agriturismo e organizzando attività sportive nei dintorni per promuovere il territorio anche dal punto di vista turistico. Speriamo di poterli andare a trovare presto!!

Abbiamo chiesto a Claudio come si sono inseriti nel particolare contesto sociale siciliano e come sono riusciti a mantenere la legalità e l’integrità. Ci ha spiegato che è impegnativo, ma si può fare, che non si è lasciato coinvolgere fin dall’inizio, non ha accettato scambi di favori offerti, e invece ha cercato di fare squadra con chi vuole mettersi in gioco e lavorare per l’economia e la società locali e di tutto il sud Italia, in modo pulito. Per esempio, mettendosi in rete con altre realtà che vogliono promuovere un’economia virtuosa e libera dalla mafia, attraverso l’associazione Addiopizzo.

E’ stato proiettato il video di un’intervista a Tommaso e Sara per GEO & GEO, che spiega bene il progetto, i rapporti con i GAS e con i fornitori, analizzando il fenomeno come una sorta di riunificazione dell’Italia: infatti il camion de I Gelsi e la Talpa parte dalla Sicilia e tocca vari punti del centro e nord del paese, carico dei buoni e solidali prodotti tipici siciliani.

Una volta consolidata l’attività e lasciata in mano ai figli, Claudio ha potuto dedicarsi ad altre sue passioni, come il volontariato di interposizione in Palestina (con l’associazione ISM). Ci ha mostrato video e foto toccanti che fanno riflettere sulla realtà del popolo palestinese, spesso boicottato e attaccato ingiustamente. Claudio vede qualche segno di speranza nel fatto che molti israeliani condividono i movimenti e le iniziative a favore dei palestinesi, ma la strada è ancora lunga.

Alla fine abbiamo capito che i nostri acquisti da I Gelsi e la Talpa non sono buoni solo per la nostra pancia e per l’economia siciliana, ma sostengono, in qualche modo, anche le lotte di liberazione in posti apparentemente lontani.

Insomma il GAS non sazia solo la nostra fame fisica, ma anche quella di giustizia, di cui non dobbiamo dimenticarci e che deve stimolare a non accontentarsi, ma a fare qualcosa di più, come ha concluso Simone!

Vale sempre la pena incontrare i produttori e conoscere le loro storie ed esperienze. Sono occasioni che modificano inevitabilmente la partecipazione al GAS.

Ecco alcuni passaggi della serata che si è svolta presso il Maki Pub di Bagnolo in Piano, ripresa da Maurizio (sottogr. Reggio/Scandiano) e moderata da Simone (sottogr. Campagnola/Novellara). Ringraziamo di cuore gli organizzatori (soprattutto Angela del sottogr. Reggio/Scandiano, referente per il GAS di questo produttore) ed i soci e amici che hanno partecipato in tanti, contribuendo alla buona riuscita di questo incontro!

Infine un simpatico contributo anche per i più piccoli: un bel cartone animato che racconta proprio la storia di un produttore di agrumi!! E’ bene cominciare ad educare anche i nostri figli alla solidarietà, trasparenza, equità e a tutti i temi che ci sono cari.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa cookies per migliorare l\'esperienza di navigazione Cliccando su \"ACCETTO\" consenti l\'uso dei cookies MAGGIORI INFORMAZIONI | ACCETTO