GAS le GIARE

Giovani Gasisti crescono

22 febbraio 2013
by Claudio

 

I nostri figli stanno facendo sentire la loro voce!

Sono arrivati in redazione la richiesta di Silvio (figlio di Teresa e Dario – sottogruppo di Correggio) e l’articolo di Tommaso (figlio di Emanuela e Nicola – sottogruppo di Reggio Est/Scandiano), pubblicato sul Resto del Carlino.

E’ un bel segnale e ci fa molto piacere condividere quanto ci è stato inviato, rispondendo alla richiesta di Silvio e complimentandoci con Tommaso per il suo contributo nella diffusione dei valori gasisti!


Salve !

Io mi chiamo Silvio Salati, ho quattordici anni e faccio parte con la mia famiglia del GAS “le GIARE”.

Oggi vi vorrei parlare di una mia proposta di variante all’attuale statuto. L’idea è andata maturando in me, sia ascoltando le campagne elettorali per le votazioni del governo italiano a febbraio, sia quando ho saputo dai miei genitori, che a Reggio Emilia, il 23 gennaio ci sono state le votazioni su alcuni articoli del regolamento dell’associazione Gas “Le Giare”. 

Per lo stato italiano, si può votare solo raggiunta la maggiore età: diciotto anni. Io vi scrivo perché secondo me sarebbe molto bello poter votare anche se non si è maggiorenni. Forse non saremmo in grado di prendere delle decisioni tali da potere mandare avanti uno stato in crisi come lo è il nostro, ma semplicemente per eleggere i nostri rappresentanti dei vari sottogruppi o altre piccole decisioni riguardanti la vita, l’organizzazione del GAS, credo che sarebbe giusto coinvolgere anche noi ragazzi.

Gli adulti spesso si lamentano della nostra irresponsabilità, provate a metterci alla prova trattandoci da grandi e ricordandoci non solo i nostri doveri, ma anche i nostri diritti! E’ vero che spesso ci perdiamo nelle relazioni virtuali su Facebook o ci esterniamo coi video-games e You-tube, però sarebbe incredibilmente bello interpellare anche noi sulle questioni e sugli eventi per cui fino ad ora, sono stati chiamati a decidere solo (come sempre) gli adulti !


Vorrei chiedere di vagliare la possibilità di fare votare ogni componente delle famiglie del nostro GAS, cominciando dall’età di dodici anni. Ho ragionato a lungo sulla decisione di quale età proporre. I ragazzi a codesta età iniziano le scuole medie e dovrebbero già aver acquisito una certa coscienza dei loro atti. Sappiamo già che il voto non è un gioco ma una cosa seria e iniziamo a capire che cosa significa democrazia e che un solo voto può fare la differenza, e più voti ci sono,  più la scelta è unanime e sostenuta dalla maggioranza. Credo che potere votare a 12 anni nel nostro GAS, può essere visto anche come una nuova esperienza molto educativa per vedere di migliorare il mondo nel nostro piccolo.

Vi chiedo se potete parlare anche di quest’ argomento alla prossima assemblea, mi farebbe piacere e spero che acconsentiate anche perché secondo me molti altri ragazzi sarebbero d’ accordo con me, anche se so che la maggioranza delle famiglie ha ancora bambini piccoli. 

Mi piacerebbe nel blog, sentire opinioni a questo riguardo anche di altri ragazzi adolescenti come me.

Grazie a tutti in anticipo.
SILVIO

 


Ringraziamo Silvio per la sua lettera, soprattutto perchè ci dà l’opportunità di coinvolgere i ragazzi che fanno parte del nostro GAS. E non sono pochi!

Dal CENSIGAS2012 risulta che sono quasi 40 i figli di età compresa tra i 14 e i 20 anni, all’interno delle nostre famiglie (28 sono le famiglie coinvolte).

Per quanto riguarda la possibilità di votare in occasione delle assemblee del nostro GAS, lo statuto prevede che ad ogni socio (e quindi ad ogni famiglia) spetti un solo voto. Rimane tuttavia la possibilità, per Silvio ed altri ragazzi che abbiano lo stesso desiderio, di mettersi d’accordo all’interno delle loro famiglie e contribuire attivamente al posto e insieme ai genitori.

Quello che possiamo fare all’interno del GAS Le GIARE è provare ad avviare un gruppo di incontro “Giovani Gasisti” al quale potrebbero partecipare i figli delle famiglie socie del GAS e anche loro amici, compagni di classe, ecc. interessati a vivere e promuovere stili di vita consapevoli, solidali, etici, sobri, sani … Ci sono sicuramente tanti temi interessanti da affrontare e insieme si possono organizzare iniziative, progetti, eventi solidali dando un taglio più “giovanile”!

Si potrebbe, per tanto, iniziare a ragionare su come individuare dei modi in cui i giovani possano partecipare agli eventi del GAS e collaborare alla diffusione dei nostri valori negli ambienti che frequentano.

Sarebbe bello conoscere le opinioni dei nostri soci e dei lettori di questo articolo (giovani e non) su questo tema. Vi invitiamo quindi a scrivere nei commenti di questo articolo le vostre idee per avviare un confronto interessante!


Pubblichiamo, infine, l’articolo di Tommaso, scritto per la rubrica “Cronisti in Classe” de “Il Resto del Carlino”!

Grazie ancora a questi ragazzi e facciamoci sentire!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa cookies per migliorare l\'esperienza di navigazione Cliccando su \"ACCETTO\" consenti l\'uso dei cookies MAGGIORI INFORMAZIONI | ACCETTO