GAS le GIARE

In occasione dell’ultima FESTassemblea del 6 ottobre 2013 era emerso dal gruppetto di lavoro intitolato “La Brava Massaia Solidale” che è importante produrre le cose in casa. Parlandone nei sottogruppi abbiamo scoperto che ci sono diverse competenze da condividere e molto interesse!

Perciò è stata organizzata già il 4 dicembre la prima serata di autoproduzione in cui abbiamo preparato insieme deodorante a base di bicarbonato e crema emergenza brufoli. Lo scopo della serata era anche impostare insieme gli incontri successivi.

Le idee sono state messe in pratica nella seconda serata di autoproduzione del 1° aprile.

Le 12 partecipanti, provenienti da tutti i sottogruppi, si sono incontrate presso la parrocchia di Novellara per produrre insieme un dentifricio e scambiarsi le ricette dei loro piatti più collaudati da cucinare con i prodotti acquistati tramite il GAS. La serata è riuscita benissimo, come potete leggere nei commenti sotto! Ci siamo divertite un sacco e abbiamo condiviso esperienze, desideri, dubbi in un clima di amicizia, anche se non ci eravamo mai incontrate prima. Questo sì che è GAS!

Ecco i commenti entusiasti di alcune partecipanti arrivati nei giorni successivi:

Ciao e grazie mille di tutto a … tutte!
A me il dentifricio dell’altra sera piace moltissimo e lo uso mattino e sera, l’ho lasciato nel barattolino di vetro in cui l’ho preparato (sono i vasetti di vetro che uso per lo yogurt!)
Ieri sera ho provato la ricetta delle uova in purgatorio e ho fatto un figurone:  sono davvero sfiziose e si preparano con ingredienti semplici e in modo veloce!
Brave brave e grazie mille
Emanuela (sottogr. Camp9)

Anche a me il dentifricio piace, devo ancora proporlo al resto della famiglia, vedremo…
Son contenta che la ricetta di Cristian (che poi è di altri, lui ha solo contribuito a diffonderla) sia utile, un po’ di merito me lo prendo anche io per averla impaginata e stampata.
Grazie a tutte, la serata mi è piaciuta moltissimo. Spero in una nuova serata, io purtroppo posso insegnare poco, ma mi interessa tutto!
Cristina (sottogr. Camp9)

Grazie a tutte per le ricette e la bella serata.
Il dentifricio ha superato il Riccardo-test! Mio marito era scettico già prima che lo portassi a casa, invece lo ha usato anche lui.
Alda (sottogr. Camp9)

Anche da me è stato approvato… i bimbi lo stanno usando (Paolo ancora no…) e credo che può essere un’ottima alternativa ai dentifrici tradizionali più ricchi in fluoro (che ogni tanto fa comunque bene allo smalto dei nostri denti).
Grande serata e ricca di spunti per riflettere… io non vedo l’ora di provare le polpette al miglio.
Federica (sottogr. Camp9)

Grazie veramente della bella serata e degli utili consigli.
Per eventuali altri incontri, posso mettere a disposizione le mie conoscenze di saponificazione e magari contribuire ad organizzare un laboratorio per autoprodurre il sapone.
a presto
Sara (sottogr. Baragalla)

Sono entusiasta del dentifricio !
Elisa (sottogr. Correggio)

Anche a me il dentifricio piace un sacco. Non credevo, e invece non è affatto male. Oggi lo faccio provare a Stefano.
Silvia (sottogr. Correggio)

Io ho poi provato a farlo mettendo l’olio Essenziale di Arancio Dolce (della Saponaria) e devo dire che sia l’odore che il gusto è molto più gradevole e dolce. Non ho usato nessun altro dolcificante, ma ho messo una spruzzata di propoli, senza esagerare in modo che il sapore non confondesse quello di arancio. Il risultato è stato che invoglia di più anche i bambini.
Alle (sottogr. Camp9)

Non mi aspettavo che il dentifricio autoprodotto fosse così apprezzato! A casa mia, per ora, lo sta usando anche mio marito. Mentre non sono ancora riuscita a convincere mia figlia.

Hanno partecipato alla serata anche Debora (sottogr. Reggio/Scandiano), Valentina e Melissa (sottogr. Campagnola/Novellara). Potete aggiungere sotto le vostre esperienze con il dentifricio, quando volete!

Se qualcuno desidera provare ad autoprodurre il dentifricio può scaricare il manualetto utilizzato il 1° aprile (non è uno scherzo!).

Insieme abbiamo “impastato” la prima ricetta, senza tintura madre di rosa canina, personalizzando a piacere con estratto di semi di pompelmo o sorbitolo. Anche gli oli essenziali possono essere cambiati a seconda del proprio gusto (eucalipto, limone, arancio …).

Le fantastiche ricette di cucina, super collaudate, sono in fase di raccolta e daranno vita ad un altro bellissimo progetto del GAS LE GIARE!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa cookies per migliorare l\'esperienza di navigazione Cliccando su \"ACCETTO\" consenti l\'uso dei cookies MAGGIORI INFORMAZIONI | ACCETTO